Sei nuovi stagisti in azione in municipio

FOTO STAGISTI 2016

Il Comune apre le porte a sei giovani stagisti impegnati in un progetto di alternanza scuola-lavoro attraverso i loro istituti superiori. Affiancheranno il personale degli uffici municipali fino a luglio

La loro estate non sarà sui libri di scuola, ma per la prima volta nel mondo del lavoro all’interno di un ufficio pubblico. Sono i sei giovanissimi stagisti che fino a fine giugno daranno una mano al personale degli uffici comunali di Brendola, nell’ambito di un progetto di alternanza scuola-lavoro attivato nel corso dell’anno scolastico dagli istituti superiori del vicentino, cui da diversi anni l’Amministrazione ha scelto di aderire con entusiasmo.

La squadra di quest’anno è composta da tre ragazzi (Alberto, Paolo e Joy) e tre ragazze (Martina, Marta e Maria Oana); dei sei, quattro sono di quarta e due di terza. Uno di loro proviene dal liceo “Quadri” di Vicenza, uno dall’istituto “Canova” di Vicenza, e gli altri dal “Ceccato” di Montecchio Maggiore (due dall’indirizzo tecnico economico, e due dal professionale industriale).

Per uno di loro l’esperienza avrà la durata di due settimane (60 ore complessive), mentre per tutti gli altri di cinque. Il carico complessivo di ore messe a disposizione del Comune supera il migliaio. Il loro apporto sarà distribuiti tra ufficio tributi, segreteria, ragioneria, ufficio tecnico e biblioteca, con un tutor incaricato in ognuno dei settori, che li seguirà passo passo nel corso dell’attività.

Le scuole durante l’anno scolastico hanno contattato le varie realtà occupazionali territoriali per proporre l’iniziativa interamente a costo zero, e l’Amministrazione di Brendola ha confermato la propria partecipazione, sapendo di dare un’opportunità vicino casa ai ragazzi in cambio di un aiuto in un momento dell’anno in cui le incombenze per gli uffici aumentano. Con gli istituti è stata stipulata una convenzione di tirocinio.

“È sempre un piacere – spiega il sindaco Renato Ceron – vedere giovani attivi e partecipi all’interno del nostro Comune. Il loro entusiasmo ha creato da subito un clima di partecipazione e condivisione che li ha fatti immediatamente sentire parte della nostra squadra”.   

“I giovani hanno bisogno di occasioni – aggiunge l’assessore all’istruzione Barbara Tamiozzo – per dimostrare impegno e capacità. Il dovere di noi istituzioni è invece quello di far vedere che la voglia di fare è la chiave che apre tutte le porte”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *