Scuola Calcio Brendola, tutti in ritiro!

Per il secondo anno consecutivo la società è riuscita a organizzare un raduno  per giocatori e staff dai pulcini alla Juniores. Oltre 60 gli iscritti.

L’amore per il calcio d’estate non va in vacanza… va in ritiro! Per il secondo anno consecutivo la Scuola Calcio Brendola è riuscita a organizzare una “maxi-operazione” per portare in ritiro i giocatori di quattro squadre del vivaio: pulcini, esordienti, giovanissimi e allievi.

E così nel periodo dal 28 agosto al 3 settembre quasi 60 partecipanti si sono alternati sul campo a Pozzolo di Villaga, all’interno della struttura di Valleverde, per divertirsi attorno a un pallone assieme allo staff del Brendola. Negli scorsi giorni è poi toccato alla formazione Juniores pensare alla preparazione “in quota”, con un paio di giorni in trasferta a Durlo di Crespadoro.

“Sono davvero poche le realtà calcistiche che portano avanti progetti come questo – spiega il dirigente Silvano Verlato – e forse siamo gli unici ad aver raggiunto queste dimensioni. Ma è un’iniziativa a cui crediamo molto: già lo scorso anno avevamo avviato la prima “sperimentazione”, e adesso l’abbiamo riproposta raccogliendo il grande entusiasmo dei partecipanti e dei loro genitori. Un’altra cosa che ci ha fatto molto piacere è stata poi raccogliere i complimenti dai responsabili della struttura che ci ha ospitati, per la cortesia e l’educazione dimostrata dai nostri ragazzi”.

Un modo diverso dal solito dunque per ricominciare l’attività agonistica, che anche quest’anno vedrà il Brendola impegnato su moltissimi fronti: tra questi anche la confermata squadra di pulcinE, tra le poche realtà calcistica femminile per piccole atlete del territorio.

“Le pulcine sono un po’ il nostro fiore all’occhiello – prosegue Verlato – che testimoniano il grande valore che vogliamo dare al vivaio e alla crescita dei nostri ragazzi in ambienti che favoriscano la socializzazione, ma soprattutto la crescita attraverso il divertimento. E il progetto del ritiro va proprio in questa direzione: certamente sarà una proposta che continueremo a proporre anche i prossimi anni”.

 

 

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *