Raccolta ramaglie, torna il container verde

container verde raccolta ramaglie

Raccolta straordinaria ramaglie domestiche: programma completo degli appuntamenti con la raccolta 2016 e promemoria sulle nuove regole per gli abbruciamenti domestici

Torna anche quest’anno a Brendola il servizio di raccolta straordinaria di verde da potature domestiche, iniziativa promossa dall’Amministrazione comunale e Agno Chiampo Ambiente nel periodo dell’anno dove maggiormente i cittadini concentrano i lavori in orti e giardini.  

Il container verde a cui i cittadini potranno consegnare i propri residui vegetali farà tappa in paese secondo questo calendario:

 

SABATO 23 APRILE 2016

Dalle 9 alle 13

piazzale Madonna dei Prati, Brendola

 

SABATO 30 APRILE 2016

Dalle 9 alle 13

piazza San Valentino, Brendola

 

SABATO 7 MAGGIO 2016

Dalle 9 alle 13

San Vito, Brendola

 

La raccolta è riservata ai privati cittadini di Brendola muniti della tessera di Agno Chiampo Ambiente. Il conferimento sarà interdetto ad aziende, attività commerciali e giardinieri.

“Visti i risultati raccolti negli scorsi anni – spiega l’assessore all’ambiente Barbara Tamiozzo – abbiamo deciso di confermare un servizio di grande utilità per i nostri cittadini, sopratutto in questo periodo dell’anno”

 

Combustione controllata

L’Amministrazione ricorda che secondo il Regolamento di Polizia Urbana e Rurale in vigore è possibile procedere alla combustione controllata e in loco di ramaglie e residui da lavorazione di orti e giardini (a patto naturalmente che non sprigionino sostanze tossiche o nocive, e che l’operazione non rechi disagio a vicinato o viabilità) solo in giornate con assenza di vento.

 

Nel rispetto di tali condizioni – e di tutte le altre di rango superiore – il nuovo regolamento

adottato da Brendola impone l’obbligo di disporre cumuli di dimensioni fino a 3 mc, con vigilanza assicurata fino a completa estinzione delle fiamme. Il terreno scelto per l’operazione deve essere circoscritto e isolato, dotato di mezzi efficaci a evitare il propagarsi del fuoco, con una fascia larga almeno 5 metri priva di vegetazione. Le ceneri derivanti dalle fiamme potranno essere recuperate per la distribuzione sul terreno.

 

Divieti

È vietata l’accensione di fuochi in centro abitato, o comunque in aree densamente abitate. È poi vietata l’accensione di fuochi nel periodo dall’1 giugno al 30 settembre. Per l’accensione dei fuochi non è consentito l’impiego di combustibili chimici.

 

Distanze e orari

L’operazione può svolgersi

– con ora legale: tra le 7 e le 10, e tra le 17 e le 20

– con ora solare: tra le 7 e le 10, e tra le 15 e le 18

La combustione deve avvenire ad almeno 100 metri da edifici e strade, autostrade e grandi vie di comunicazione, ad almeno 100 metri da depositi di materiale infiammabile e da zone boschive (in quest’ultimo caso serve comunque anche l’autorizzazione del Servizio Forestale), e a 10 metri da piante singole.

 

Sanzioni

La violazione delle disposizioni previste fa scattare la sanzione amministrativa, compresa tra 80 e 500 euro.

Ecocentro

Al di fuori di queste disposizioni, per il conferimento diretto del verde è sempre possibile fare

riferimento all’Ecocentro di Agno Chiampo Ambiente in via Callesella (accesso da via Einaudi),

aperto da lunedì a sabato con orario 8.30 – 12.30  e 13.30 – 18.00; Mercoledì solo pomeriggio 13.30 – 18.00 (domenica chiuso).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *