Il campo da calcio si è rifatto il trucco

img-20160914-wa0031

Pennelli in mano, impegno e grande passione. Così le strutture del campo sono state interamente riqualificate

Tempo di lavori per le strutture del campo comunale di via Rossini, con i volontari della Polisportiva che si sono rimboccati le maniche per rifare il look al teatro delle sfide casalinghe della formazione del Brendola Calcio.

Una prima parte del lavoro è stata riservata alla tinteggiatura, con al lavoro una squadra di volontari formata da Gianni Muraro, Piero TrafficanteMaurizio Concato, Renato e Vittorio Maran, Aldo Dal Cero e Giulio Cicolin.

I provetti pittori si sono messi quindi al lavoro con il materiale messo a disposizione dalla Polisportiva e, una mano di colore dopo l’altra, hanno ridato splendore dapprima agli spogliatoi e poi alle gradinate che nelle partite casalinghe accolgono i tifosi affezionati ai colori biancoblù. I lavori di abbellimento sono poi proseguiti con l’apposizione all’esterno degli spogliatoi del logo della società. Poi il focus è andato alla siepe che fa da cornice all’impianto, colpevole ogni anno di… fare razzia di palloni, presi in ostaggio tra le sue fitte fronde. Il lavoro di “alleggerimento”, effettuato con l’aiuto di una cooperativa, dovrebbe così evitare la frustrante caccia al pallone scomparso. L’ultima fase ha interessato inoltre le tribune del campo.

Ma neanche il tempo di appoggiare a terra pennelli e cesoie che già si stanno raccogliendo le forze per un nuovo stralcio dei lavori. È arrivato infatti il via libera da parte dell’Amministrazione comunale per l’installazione di una tettoia all’ingresso del campo, opera utile per evitare “docce” indesiderate nei mesi più piovosi a chi utilizza la struttura, creando al tempo stesso un elegante corridoio d’ingresso.

“Con quest’opera di manutenzione – racconta il team manager Silvano Verlato – si è ridata la giusta dignità alla struttura. Ora si attende la messa in opera della tettoia per completare i lavori di riqualificazione. Il prossimo progetto invece interesserà la sicurezza, perché c’è il desiderio di fornire il campo di un impianto di videosorveglianza, in modo da prevenire spiacevoli visite notturne, come purtroppo abbiamo registrato in passato”.

“Ringraziamo i volontari – ha sottolineato invece l’assessore allo sport Barbara Tamiozzo– per l’impegno e l’amore dimostrato nei confronti dell’impianto, segno di un grande senso civico e di profondo rispetto per l’utilizzo di un bene comune di grande valore come una struttura sportiva. La cittadella sportiva è sempre più il nostro fiore all’occhiello, con il nuovo palazzetto che ospita il volley di serie A, il nuovo campo da beach e ora anche i rinnovati spogliatoi del campo da calcio”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *