Botti e fuochi d’artificio, scatta l’ordinanza

Dal 24 dicembre all’8 gennaio scatta il divieto di lancio botti e fuochi d’artificio in tutto il territorio comunale

Festività natalizie senza botti dalla parte della sicurezza e del rispetto dei nostri amici animali. Il Comune di Brendola lancia l’ordinanza che fa divieto di utilizzo di qualsiasi tipo di fuochi d’artificio in tutto il territorio comunale. Una scelta, quella di rinunciare a botti, petardi e fuochi d’artificio, al fine di tutelare la salute e la sicurezza in primo luogo delle persone, ma anche degli animali selvatici e domestici, cui le deflagrazioni, oltre che direttamente pericolose, appaiono come fonte di minaccia e di terrore.

In passato molte lamentele sono pervenute agli uffici municipali e quelli della Polizia Locale, di parte di cittadini che hanno segnalato comportamenti pericolosi e non rispettosi delle normali regole di utilizzo consapevole del materiale pirotecnico, anche di quello meno esplosivo. Per questo motivo la decisione è stata quella di far scattare non un semplice invito, ma una vera e propria ordinanza.

La disposizione avrà valore dal 24 dicembre all’8 gennaio, e in caso di inottemperanza sono previste sanzioni da 25 a 500 euro.

Particolare attenzione è infatti richiesta ai possessori di animali da compagnia, specialmente cani: a loro è rivolta la richiesta di non lasciarli soli. Anche quest’anno inoltre, complici gli elevati livelli di smog e le scarse precipitazioni risulta poi importante abbattere i comportamenti rischiosi per l’ambiente: rinunciare ai prodotti pirotecnici significa ridurre la dispersioni in atmosfera di sostanze inquinanti e prevenire gli incendi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *